Fighetta

settembre 13, 2007 at 10:00 am (personaggi, sventure, tipi umani)

C’è questa tipa che è fondamentalmente una fighetta ma non sa di essere tale. Non lo pare molto, ma da queste parti ciò è piuttosto comune; c’è proprio una categoria di persone, così.
È anche molto ragazzina.
Ma non è tutto qua.
Riporto una conversazione cui ho assistito, dove F è la fighetta e S uno sventurato ancora insipiente, in perenne e quasi morbosa ricerca.

F: Che bello oggi è mercoledì, c’è l’aperitivo con i miei amici. Ti andrebbe di venire?
S: Perché no. Volentieri.
F: Eh ma dobbiamo stare attenti, non è che possa venire chiunque, abbiamo avuto problemi.
S: Già cambiato idea? Problemi di che tipo?
F: Eh, che altra gente che era venuta poi si è rivelata stronza, o strana, e ha fatto dei pezzi.
S: Che pezzi?
F: Mha, dei pezzi, dei pezzi strani, tipo che poi non si è vista più, cose così.
S: E allora?
F: Ecco, non possiamo invitare chiunque, anche la gente che sta là, i miei amici, non è che sono tanto contenti.
S: Insomma, posso venire o no?
F: Ma sììì, solo che dobbiamo stare attenti, a chi viene.
S: Ci conosciamo già da un po’, anche se non da tanto, ma pensi che io possa fare dei pezzi?
F: No, non è questo, è che non può venire chiunque, ché poi ai miei amici non sta bene.
S: Ma chi sono i tuoi amici? Ti ci trovi bene? Sei d’accordo con loro?
F: A me in realtà non è che importi molto, per quanto in effetti certi pezzi non mi hanno fatto piacere, ma in fondo non mi frega. Sì, mi ci trovo, con chi più con chi meno, però a volte non è che abbiamo molto da condividere. Sono tutti laureati in legge, o in ingegneria, qualcuno in economia.
S: Ah, forse perché tu sei laureata in arte.
F: Cioè?
S: Be’, a volte certi mondi e certi modi di pensare, determinate strutture mentali, modi di approcciare alla vita, non si combinano, non vanno neanche tanto d’accordo. Questo ovviamente è un discorso generico, prendilo con i dovuti guanti, non voglio assolutamente asserire niente, ognuno fa caso a sé; ma ecco, queste sono le cose che normalmente si dicono e si sentono anche in università, le saprai anche tu. Del resto, un paio dei miei migliori amici sono laureati in economia, uno in ingegneria.
F: No guarda, questo discorso da te non me lo aspettavo proprio, mi deludi profondamente, non pensavo che fossi così.
S: Così come? Cosa ho detto? Sono considerazioni normali, lo sanno anche i sassi. E poi, t’ho detto, sono generiche, e non valgono in assoluto, per carità.
F: No davvero, guarda, non pensavo proprio; ah, meglio che ora lo so, farò tesoro; sei proprio una delusione.
S: Ma insomma, che ho detto? Ti ripeto che è stato un discorso g-e-n-e-r-i-c-o! OK, va bene, ho sbagliato a farlo, a essere generici ci si perde sempre, ma perché lo prendi così.
F: Pensavo che fossi più aperto, meno superficiale, guarda mi hai deluso.
S: Senti, adesso basta, mi hai rotto i coglioni, vaffanculo.

Dopo questo episodio, fighetta non ha più voluto parlare con lo sventurato per una settimana buona, mortalmente offesa.
Mi chiedo tuttavia se sia più offensivo il vaffanculo, seppure detto con rabbia, o il mi hai deluso, non mi aspettavo che fossi così, sei superficiale, sebbene detti con calma alterigia e frutto di fraintendimento.
A me comunque faceva pena se non disgusto chi l’altra sera, a “Italia in diretta”, rimarcava borghesemente sdegnato “le parolacce” di Beppe Grillo…

Advertisements

2 commenti

  1. La Meringa said,

    Mi son persa l’italia in diretta, ma in differita posso dire che il vaffanculo dello sventurato ci stava gran bene! Piacere di leggerti!
    La meringa

  2. The Doc said,

    Piacere mio, cara Meringa.
    E mi fa piacere constatare che qualcuno la pensi così. Ammetto che non è facile mandare giù certe reazioni, ma se dopo ci si riflettesse un po’ sopra, ci si accorgerebbe che non sono del tutto ingiustificate… e magari ci si comincerebbe anche a domandare: ma perché ha reagito così, è un povero pazzo oppure, visto che mi sembra una persona cosciente e ragionevole, ho sbagliato qualcosa io?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: