Tempo di muoversi

gennaio 28, 2008 at 5:06 pm (Impegno, politica, Sociale)

Gli ultimi avvenimenti occorsi hanno dimostrato una volta di più la pochezza e lo squallore della nostra classe politica.

Mi rifiuto di continuare a essere rappresentato da persone di tale fatta, secondo i presupposti della ricerca del prestigio e del potere personali piuttosto che del bene comune, obbedendo a un (mal)celato culto dell’individualità piuttosto che della totalità.

Difetti probabilmente atavici e ostinatamente e tenacemente perpetuati continuano a creare circoli viziosi, multicentrici, che occorre cominciare a spezzare.

Secondo la mia opinione, bisogna agire su due versanti.

Il primo, generale, è quello della moralità e della coscienza di ciascuno, perché è inutile rinnovare se i principi strutturanti, che stanno a monte o nel profondo a seconda dei modi di esprimersi, rimangono i medesimi.

Il secondo è quello politico e sociale, e qua vorremmo ora tentare di muoverci, sensibilizzare, proporre.
Anche solo per farci sentire, utilizzando questo strumento del blog che potenzialmente rappresenta il massimo della democraticità.
(E ovviamente l’iniziativa è aperta anche a chi un blog non lo ha.)

Per questo, segnalo intanto il posto da dove tutto quanto è nato.
Quindi fornisco l’indirizzo ufficiale per questa iniziativa, dove chiedere, informarvi ulteriormente e soprattutto partecipare: blogaction@gmail.com.
Da ultimo, ma più importante, questo è il neonato blog(action) dove trovare più informazioni e confrontarsi apertamente. Partecipatevi!

Advertisements

8 commenti

  1. Panzallaria said,

    Sono con te. Il Social Network ci sta facendo tornare la voglia di condividere, usiamo questa voglia, queste potenzialità per fare sentire la voce degli abitanti della Rete…

    blogaction.wordpress.com

    Panz

  2. la coniglia said,

    condividiamo, condividiamoooo! E adesso striglio chi scrive da me che tanto non serve a nulla…

  3. Chiara said,

    Meryem è, più banalmente, la versione turca di Maria. No, non credo di essere io su faccialibro.. 🙂 Non so neanche cos’è! Ma mi documenterò. Piacere mio.

  4. dottorcarlo said,

    @Chiara: ehmm.. mi riferivo al tuo nick.. (ma la bimba è in ogni caso meravigliosa)

    Pensa te, ho trovato una tua omonima in Facebook, l’ho salutata da grande amicone, con pacche virtuali sulle spalle e cinque alti, e.. si è unita al gruppo!!

  5. Ire said,

    Condivido, condivido, tutto eccetto una cosa che mi lascia perplessa: davvero il blog è il massimo della democraticità?

  6. Dottor C. said,

    @Ire: be’, potenzialmente, in senso pubblicistico, secondo me sì, perché ognuno vi è libero di scrivere ciò che vuole e come vuole, senza editors o altre preoccupazioni o similtali.

    Poi, certo, occorre eventualmente fare i conti con i possibili lettori, con altre situazioni più o meno censorie eccetera, ma qua si va su vaste questioni di carattere più che altro psicologico e sociale, che a mio avviso richiederebbero discorsi più articolati di genere teoretico: ciò che va al di là delle intenzioni semantiche del mio post…

  7. calaminta said,

    Tantar non nuoce, sai già come la penso sulla vostra interessante iniziativa 😉

  8. Gap said,

    Caro Dottor Carlo,
    sono “il padre di riccioli neri” che ha deciso di non sproloquiare più sui blog di altri ma di farsi il proprio. Purtroppo per ora scrivo e leggo solo per me stesso. Ti invio questo post anche perchè so che sarai interessato e un po’ per farmi conoscere

    Gap

    Qualunquismo … purtroppo anche di sinistra

    Oramai lo sport principale degli italiani è parlare di rifiuti e sparare addosso ai politici, siamo diventati tutti esperti di cdr, gassificatori, termovalorizzatori, ecc. e pochi parlano con cognizione di causa, sarebbe ora ora di fare anche un po’ di autocritica.

    Figuriamoci se non sono favorevole al ricambio della classe politica, e in special modo alla riduzione numerica della classe politica e dei loro privilegi. Ma vorrei chiedere a tutti i blogger se la loro coscienza è a posto, se sentono e sono convinti di aver fatto tutto quello che era in loro potere per cambiare il modo di fare politica in Italia. Ovvero, siete convinti che stare fuori dai partiti sia stato giusto? Non sorge il dubbio che se vi foste impegnati di più per cambiare quegli stessi partiti che criticavate e criticate, ora ci potrebbe essere una classe politica diversa?
    Siete sicuri, voi che siete vicini al PD, che non aver partecipato al processo costituente di questo partito non abbia spinto più al centro le scelte di Veltroni e soci?
    Ma anche voi che siete vicini a Rifondazione, non avete nulla da dire sulla scelta governista e di abbandono delle politiche movimentiste decise a tavolino e senza consultare la mitica base?
    Non ho risposte a questi quesiti, ma sono solo delle idee su cui riflettere.
    Principalmente sono stanco di sentire parlare, spesso con motivazioni personali e personalistiche, dei problemi del nostro paese.
    Affrontiamo i problemi come questioni nazionali, impegniamoci nel nostro piccolo nel luogo di lavoro, nei bar, con i vicini di casa, facciamo conoscere le nostre idee e principalmente testimoniamo con il nostro comportamento il valore di ciò che propugniamo. Andate, andiamo, anche nelle sedi di partito a portare le nostre istanze, senza pensare che ci potrebbero criticare ed isolare. Finchè non ci sentiremo integrati nel luogo dove porteremo le nostre idee, saremo ancora nel giusto e ci potrà consolare il fatto che non siamo entrati nella maggioranza.

    La vita è tutto un domani, sta a noi decidere come saranno i nostri domani.

    Gap

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: