Mandiamolo a casa!

febbraio 25, 2008 at 3:21 am (Blogroll, merdate)

Ecco, oggi ero proprio pronto a postare di cinema, viste le numerosissime recenti uscite e dato che mi sono infilato una decina di film nel fine settimana, e invece mi tocca segnalare l’ennesima merda.

L’altra sera, in quella sottospecie di programma tv sedicente giornalistico che non nomino nemmeno, e di cui mi vanto di non avere mai visto neanche una puntata, c’è stato un autentico inno all’ignoranza e all’idiozia, sottoforma di scomposti attacchi e ridicole osservazioni/accuse verso il mondo della rete e dei bloggers.

Uno schifo davvero epocale, soprattutto per il fatto che chi non è particolarmente confidente con il web e con il mondo dei blog potrebbe bersi tranquillamente tutte le stronzate che sono state evacuate.

Questa disinformazione, inoltre, a parte il fatto che dovrebbe essere bandita in toto dalla tv, potrebbe nascondere un concreto e fondato timore che determinati meccanismi asserviti e servili possano venire scardinati dalla voce più libera e democratica della Rete.

Per cui, ringraziando (di nuovo!) Kekkoz che l’ha twitterato e il blog di Andrea da cui ho attinto più specificamente la notizia, invito tutti quanti a cercare di fare qualcosa per mandare a casa quello scandaloso inetto firmando questa petizione contro di lui.

8 commenti

  1. Sara said,

    Non ho veramente parole. W il contraddittorio.
    Mi sento un po’ affetta da doppia personalità effettivamente…
    Vado a firmare!

    Nemmeno io ho mai visto questo programmone…se non in pezzi di puzzle che mi hanno enormemente schifata!

    Buon lunedì!

    Sara

  2. Sara said,

    “tutta una doppia vita segreta che parte dal blog” e poi “si esplicita in una sessualità che ha tutta una serie di connotati di promiscuità di rischio di prostituzione di autodistruttività… il blog è la punta dell’iceberg.”

    Mamma mia. Ma la questione è grave proprio.

  3. Sara said,

    okkei tre commenti sono decisamente troppi…
    ma io vorrei anche sapere dei films che hai visto…. 😉

  4. violettin said,

    Non centra con il post,ma che bella la citazione di Buzzati che hai aggiunto a lato…quel racconto-lettera mi fa piangere ogni volta che lo leggo…sob…

  5. frammentidivita said,

    E’ bellissima,la citazione di Buzzati, non la conoscevo, di sicuro avrai un animo dolce .
    Sono daccordo con te non vedo mai televisione e mentre scorre il festival io sono quì a leggere i miei amici.
    Buonaserata . Mary

  6. dottorcarlo said,

    @Sara. Mi sono recuperato qualche film delle passate stagioni e di questa in corso, anche per avere un’idea su quanto mi mancava per la notte degli Oscar.

    Per cui, intanto ho visto i VECCHI (ottimo e massiccio, ne parleremo stasera in radio); poi “Espiazione” e “La vie en rose” (ah, la Piaf); quindi ho rivisto “Zodiac”, ho ripreso il precedente di Elizabeth (ah, Blanchett) e mi sono divertito con “Planet Terror” e soprattutto con i “Transformers”.

    Di qualcuno di questi forse scriverò in futuro, non appena il tempo me lo concederà.

    @Violettin e Maria.
    Grazie.

    Il racconto si intitola “Inviti superflui” e mi ha accompagnato in varie fasi della vita.

    Da ragazzetto, quando lo lessi per la prima volta, ovviamente mi identificai in una certa maniera, sognante e sospirosa, e le parti amare e disilluse mi diedero un gran fastidio.

    Quando lo ripresi per l’esame di Storia della Lingua, e ancora di più quando preparai la tesi su Buzzati, mi commosse nella sua interezza.

    Quando lo condivisi con una persona meravigliosa che al pari di me lo amava, e anche grazie al quale (e al suo autore) ci conoscemmo, mi si depositò nel cuore con la pacatezza del suo suono.

    Ora lo conservo e lo tengo per tutte queste cose insieme.
    E per altre.
    E amo commuovermi per ogni singola parte, rivedendomi in essa a seconda dell’umore.
    (Ma certo alcune mi piacciono in generale più di altre..)

  7. MademoiselleAnne said,

    L’inetto in questione tiene pure un blog un Grazia.
    O lo fa senza sapere che lo sta facendo o è davvero inetto ai massimi livelli, oltre che estremamente divertente.

  8. dottorcarlo said,

    @Mademoiselle Anne: davvero???
    Caspita, e dire che il blog di Grazia ogni tanto lo leggo, perché vi scriveva Violetta Bellocchio, tra le altre, nonché altre dita molto valide (recentemente ho beccato un post di Umberto Veronesi).

    Come fanno a ospitare persone così cerebralmente agli antipodi?
    Va be’, classica domanda retorica del nato ieri che ancora non si rassegna del tutto…

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: