Zack Snyder, Watchmen (2009) – Preview

marzo 10, 2009 at 10:33 pm (anteprime, Cinema, recensioni, segnalazioni)

In attesa di parlare più specificamente del film, segnalo che di là ho posto un confronto con il romanzo grafico.
A presto.

Annunci

Permalink 1 commento

Salviamo il Pratello

novembre 9, 2008 at 2:33 pm (merdate, segnalazioni)

Sulle malefatte di Cofferati si è (e ho) già scritto (su tutti il grande Valerio Evangelisti, che se non ricordo male lo ha definito il peggiore sindaco che Bologna abbia mai avuto), ma a lui ancora non bastava e si è sentito in dovere di ribadire la sua profonda antipatia verso i bolognesi ancora aperti e giovani, fuori e dentro; avvalendosi dei poteri conferiti alla sua carica da un simpatico leghista (sic!) con un cognome che qua a Bologna indica anche quella parte dei genitali maschili che si è abbondantemente gonfiata per merito dei due suddetti ceffi.

Per cui.
Domani lunedì 10 novembre alle ore 14 appuntamento all’angolo via del Pratello/via Pietralata per poi recarsi alla seduta del Consiglio comunale che si terrà alle ore 15 a Palazzo D’Accursio per discutere della delirante ordinanza del nostro primo cittadino, che stabilisce la chiusura alle ore 22 di ben 5 bar di via del Pratello. Si stanno inoltre raccogliendo firme ai fini di una petizione, perciò si porti la carta d’identità.

Intorno al Pratello si sono formati gruppi musicali di livello nazionale, e che ancora spaccano.
Sulla storia, la miticità e l’imprescindibilità del Pratello sono stati scritti libri e girati film.
Questo caporale di Genova ci vuole davvero prendere tutto, anche a chi bolognese lo è di adozione (dopo 15 anni mi ci sento, che di Bologna ho cercato di fare mie le caratteristiche secondo me migliori).

E dunque i bolognesi partecipino e spargano la voce.
[Grazie a Suz per avermi girato la segnalazione.]

Permalink 4 commenti

Ancora su Saviano e su un manipolo di imbecilli

ottobre 17, 2008 at 3:46 pm (merdate, segnalazioni)

Questo video è semplicemente allucinante.

(E dedicato a tutti quelli che ma tanto a me non ha fatto niente, l’importante sono le mie sciocche comodità e tranquillità mica tutto il resto)

[Segnalato da La Pitzi]

Permalink 2 commenti

Logoterapia

aprile 15, 2008 at 1:32 pm (considerazioni, dottor carlo, segnalazioni, tlog)

Logoterapia è il nome che ho scelto per il mio neonato spazio Tumblr.

Lo spunto per la sua apertura me lo ha fornito il mio vezzo/abitudine di commentare diffusamente i post dei blog altrui. E la mia tensione a leggere, più che a scrivere.
Nello specifico, mi ritrovo spesso a esprimermi meglio, su determinate questioni, in un contesto dialogico.
Pertanto, il mio tumblelog si pone il compito azzardato (visto il mezzo stesso) di ribaltare in parte le apparenze (e la sostanza) costitutive di uno spazio del genere: si vorrebbe offrire come un metaluogo di confronto, pure rimanendo a volte la mia partecipazione per così dire in sottotraccia.
Sarà dunque usato primariamente per segnalare link, come una sorta di indice/aggregatore.
(Aggiornato in maniera rigorosamente asistematica.)

Nel più specifico ancora, l’impulso definitivo mi è stato dato dalla riflessione sugli ultimi eventi della politica italiana.
I primi due link inseriti si riferiscono esattamente a questo argomento. E altri ne seguiranno.

In aggiunta, tuttavia, questo tumblelog conterrà segnalazioni varie, e mirerà poi a raccogliere pensieri sparsi, più articolati della forma/misura Twitter ma meno di quella del blog.
Anche per il fatto che vorrei virare quest’ultimo in maniera più specifica verso il cinema (sebbene non solo e unicamente).

E poi insomma si vedrà, anche questo caso sarà passibile di nuove continue evoluzioni: un po’ come appunto il blog (che infatti avrebbe già bisogno di un re-styling strutturale).

Cercherò di gestire il tutto al meglio.

Permalink 1 commento

Festival Internazionale di fumetto

marzo 4, 2008 at 10:14 pm (dove vado, fumetti, segnalazioni)

Dal 5 al 9 marzo, ossia da domani a domenica, a Bologna si terrà la seconda edizione del Festival Internazionale di fumetto, con mostre, proiezioni, incontri con autori e artisti.

L’anno scorso rimasi pienamente soddisfatto di questo festival.
Anche se non tutte le mostre e gli artisti mi convinsero, alcuni li trovai straordinari; e inoltre mi sono riavvicinato al mondo del fumetto italiano e internazionale.
La storia e la tecnica del fumetto erano state una parte della mia tesi di laurea, ma in seguito avevo un po’ tralasciato questo interesse per altri.
Poi mi sono visto tutte le mostre, ho speso un 200 euro in libri in una settimana, ho preso, letto o sfogliato cataloghi e biografie e mi sono un po’ aggiornato: non dico rimesso in pari, ma sicuramente ho conosciuto ottimi artisti che mi hanno arricchito, e questo è quanto conta.

Anche quest’anno penso che concentrerò le mie attenzioni su mostre, libri e cataloghi.
Le mostre, peraltro, continuano quasi tutte oltre la data ufficiale della fine del festival, alcune anche per più di un mese. Quindi ci sarà tempo e potrò organizzarmi bene con il lavoro e le altre cose.

Ho già navigato e letto le pagine che ho linkato sopra e mi hanno invogliato a dovere; dovrebbero esserci ottimi artisti.

L’hype è montato.

Permalink 2 commenti

Persepolis

marzo 1, 2008 at 5:50 pm (Cinema, fumetti, libri, segnalazioni)

Di Persepolis avevo sempre letto solamente stralci, era per me una di quelle opere “maledette”, quelle che ti perseguitano in ogni modo ma che non riesci mai, per un motivo o per un altro, a fare tue, a leggere o a vedere o ad ascoltare.

Poi finalmente qualche settimana fa ho avuto la ventura di assistere a un’anteprima del film (grazie a Marco e ai regaz di Secondavisione).
Il giorno dopo avevo il libro in edizione integrale, e così ho potuto sollazzarmi nella stesura di un breve confronto.
(Visto anche che l’amica Sdrucciola mi aveva fregato lo spunto per le Terre estreme..)

Permalink Lascia un commento

Vergogna, decadenza, regresso

febbraio 14, 2008 at 11:54 am (considerazioni, merdate, segnalazioni)

Quanto accaduto a Napoli è semplicemente vergognoso.
L’ennesimo portato delle ingerenze della Chiesa e delle strumentalizzazioni politiche che ne fanno persone di assai dubbia moralità.
Insieme alla decadenza (e al crollo imminente?) dell’Impero Occidentale, ecco affacciarsi il nuovo Medioevo.

Come uomo, invito altri uomini a manifestare.
In questa occasione, un manifestante uomo vale per dieci persone.
Cliccate anche sul banner qui a fianco per altre informazioni e notizie.

Permalink 11 commenti

Cineblogger

gennaio 18, 2008 at 1:07 am (Cinema, considerazioni, dove vado, incontri, segnalazioni)

Domani pomeriggio a partire dalle 15:00, all’interno del Future Film Festival, si terrà una tavola rotonda sulla realtà dei cineblogger.

Il cineblogger, a grandi linee, e senza cadere nella tautologia, è un grandissimo appassionato di cinema che si diletta a scrivere le sue opinioni in merito nel proprio spazio web.
A volte questi appassionati sono o sono stati anche studiosi, a volte sono semplicemente persone che riescono a guardarsi quei 3 o 4 film al giorno (in media).

(L’ideale sarebbe conciliare queste due caratteristiche: unendo inscindibilmente l’insostituibile ricchezza trasmessa dall’esperienza diretta all’abilità e alla capacità di lettura offerte da una serie di studi, quando questi siano stati ovviamente ben recepiti.)

Non è questo il luogo per un approfondimento storicocritico o sociocritico.
Vorrei solo osservare che alcuni di questi cineblogger sono veramente preparati e competenti, molto di più della maggioranza dei “critici” che scrive nella maggioranza delle testate giornalistiche quotidiane (basta una scorsa a una qualunque scheda qua, comparata all’opinione dei regaz, per rendersene conto).
(Certi personaggi della stampa, che vengono pure pagati e magari riescono anche a camparci, sono degli emeriti incompetenti: basta saperne un minimo di cinema per accorgersene.)

Un grande vantaggio dei cineblogger è che sono assolutamente liberi e svincolati dalle logiche e dalle politiche di mercato delle case di produzione e di distribuzione.
(Sentire qualche giorno fa una “celebre” giornalista di un celebre tiggì – l’unico che riesco a guardare, indovinate qual è – commentare benissimo quella ciofeca dell’ultimo film della Comencini, parla molto più chiaramente di un qualsiasi discorso teorico.)

Un’altra particolarità di questo interessantissimo modo di occuparsi di cinema sta nel linguaggio e nei toni: da ex italianista e attuale redattore non posso non notare l’arricchimento continuo della nostra lingua; inoltre, se è vero che a volte questi toni appaiono un po’ sopra le righe, risulta altrettanto vero che sono accompagnati sempre dal sorriso e dal gioco.
(personalmente sono forse più vicino a una maniera maggiormente “accedemica” – nel senso buono, della mancanza di una assertività radicale –, anche non possedendo la loro scioltezza e immediatezza, ma cercando di soffermarmi un po’ sulla riflessione – del resto, non che loro non lo facciano.)

Una di quelle più interessanti, per la maniera di scrivere, trovo che sia Violetta Bellocchio (che riesce a dare il meglio di sé anche nei commenti ai post altrui).
Purtroppo domani non sarà fra i seduti a tavola; spero almeno di vederla tra il pubblico.
Sarà invece presente il mio preferito, Manu di Secondavisione, uno davvero preparato che ha l’impagabile pregio di argomentare sempre, e in maniera intelligente, qualsiasi cosa dica.
Ci saranno poi il celeberrimo e seguitissimo Kekkoz, Ohdaesu, Sarathehutt e il prof Menarini.
Coordinerà il tutto Andrea Bruni, in arte Conte Nebbia.

Permalink 6 commenti

Laicità ed eutanasia

gennaio 15, 2008 at 4:18 pm (considerazioni, libri, segnalazioni)

In attesa di prossime recensioni cinematografiche, ho parlato qua del libro di Umberto Veronesi, Il diritto di morire. La libertà del laico di fronte alla sofferenza.

Rispetto a quanto riportato nel sito di Sottotomo, vorrei chiosare che la tematica del libro è molto bella e a mio vedere giusta da trattare; ma purtroppo questo a volte non basta.
Forse sono di parte, forse non riesco a calarmi nei panni di un lettore che sia completamente all’oscuro dell’argomento, ma onestamente da un libro del genere mi sarei aspettato di più; per la precisione, più forza e maggiore profondità.

Permalink 1 commento

Collaborazioni

dicembre 29, 2007 at 5:24 pm (Blogroll, dottor carlo, segnalazioni)

Da oggi pomeriggio ho l’onore di venire ospitato sul bel sito di Sottotomo.
Lì mi occuperò della recensioni di libri, specialmente opere da cui è stato poi tratto un film.

Ho cominciato con un romanzo capolavoro: Paranoid Park, di Blake Nelson.

Permalink 6 commenti

Next page »